nuova scuola materna

una nuova scuola materna, un ‘villaggio educativo’ ed un luogo di incontro per la comunità di Rimini. Integrandosi con il tessuto urbano in cui si inserisce.

architettura

cliente: comune di rimini
dimensioni: 1100 mq
progetto: marco turchi architetto | matteo sarti architetto | francesco valentini architetto | elisa romagnoli ingegnere | antonella babini ingegnere | gianluca serpilli ingegnere | andrea montagna ingegnere
luogo: rimini (RN) – Italia
anno: 2016-2017

nuova scuola materna. l'ingresso al nuovo plesso scolastico. in primo piano il blocco servii e sullo sfondo la serra con il giardino delle essenze botaniche.

nuova scuola materna. gli elementi colorati contraddistinguono i patii delle tre aule, uno spazio ricreativo ma anche destinato alla didattica all'aria aperta. al centro, il volume totalmente vetrato porta luce nella piazza, l'agorà che ospita tutte le attività libere e comuni.

nuova scuola materna. la grande vetrata porta luce nella piazza, l'agorà che ospita tutte le attività libere e comuni. in primo piano il polmone verde, il parco dove i bambini possono giocare anche al di fuori delle attività scolastiche.

nuova scuola materna. gli elementi colorati contraddistinguono i patii delle tre aule, uno spazio ricreativo ma anche destinato alla didattica all'aria aperta. in primo piano la zona giochi studiata ad ho per i bambini delle tre classi.

 nuova scuola materna. la piazza – agorà, di 250 metri quadrati, che ospita tutte le attività comuni sia tra gli alunni, sia tra questi ultimi e la società civile (genitori, nonni, cittadini portatori di interessi). E' attraverso la Piazza che i piccoli alunni, una volta accompagnati, spogliati e preparati dai genitori li vedono allontanarsi. Avere uno spazio cosi aperto, variamente illuminato, in cui seguire con lo sguardo i propri affetti rende sicuramente meno doloroso il distacco ai bambini. L'Agorà si articola in vari elementi. Tra essi un posto privilegiato occupa il volume della biblioteca. Quest'ultima è stata concepita per essere una grande lanterna capace di illuminare il cuore della Piazza-Agorà attirando la luce naturale durante il giorno, e restituendo luce artificiale nelle ore più buie. La luce naturale penetra dal soffitto attraverso un lucernaio in vetro ed attraversa una doppia parete realizzata in legno ed policarbonato alveolare, per poi diffondersi all'interno. A seconda del tipo di funzione che si svolge all'interno della biblioteca si assumono attraverso una illuminazione artificiale a led colori diversi per evidenziare le attività che si svolgono all'interno. Un sistema a led inserito all'interno di due pareti in plexiglass, fa sì che la luce venga diffusa anche all'esterno della scuola.

 nuova scuola materna. La “sezione tipo” presenta un'ampia vetrata attraverso la quale si accede allo spazio esterno di pertinenza esclusiva. Quest'ultimo è costituito da un patio coperto da una pergola e delimito lungo il perimetro da una seduta continua, a misura di bambino, interrotta per dare accessibilità al giardino comune. Il patio diviene quindi il luogo che media il passaggio dallo spazio privato dell'aula, e quello pubblico del giardino. Ne consegue che ogni sezione è concepita come un blocco in se concluso, uno diverso dall'altro, e tale da divenire simbolicamente la casa di ogni bambino di 3, 4 o 5 anni, all'interno dell'intero complesso scolastico.

 nuova scuola materna. Attorno all'aula si innesta un micro sistema a cluster, di cui essa è il nucleo centrale. L'aula si caratterizza come l'ambiente dominante, nel quali i bambini vivono le loro esperienze quotidiane di apprendimento e socializzazione. Il concetto di flessibilità, viene utilizzato nel sistema blocchi sezioni, dove gli spazi si relazionano in maniera dinamica, in base agli usi attraverso una forma malleabile, formata da materiali leggeri, luminosi, a creare ambienti tali da superare quei concetti di “limite” e per relazionare l’interno con l’esterno.

 nuova scuola materna. la Piazza-Agorà, che si dilata fino a formare un spazio che potremmo definire “semi-pubblico interno”, lo spogliatoio, dal quale si entra in aula. Lo spogliatoio si sviluppa su tre lati, il cui sviluppo lineare serve per contenere il sistema panche ed armadietti a servizio degli alunni. I servizi igienici, concepiti come una dilatazione dell'aula, divengono un ambiente ludico e relazionale in cui il bambino svolge sia le attività fisiologiche e di igiene personale, sia di sperimentazione con l'acqua. La parete vetrata da cui si accede in questa zona permette al personale docente di mantenere un adeguato controllo delle attività che vi si svolgono.

 nuova scuola materna. planimetria generale di copertura e delle sistemazioni esterne.

 nuova scuola materna. Pianta del piano terra.

 nuova scuola materna. prospetto sud.

 nuova scuola materna. prospetto est.

 nuova scuola materna. sezione trasversale.

 nuova scuola materna. sezione trasversale.

FollowFb.Ins.Lin.Tw.
...

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!